cd ritus

 

  • TESTO
    ORIGINALE

  • Italiano

  • Note

Ave Maria, gracia plena
Dominus tecum, Virgo serena.

Lot set goyts recomptarem
Et devotament xantant
Humilment saludarem
La dolca verge Maria.

Ave Maria, gracia plena
Dominus tecum, Virgo serena.

Verge: fos anans del part
Pura, e sens falliment
En lo part, e prés lo part
Sens negun corrumpiment:
Lo Fil de Deus, Verge pia
De vos nasque verament.

Verge: tres reys d’Orient
Cavalcant amb gran corage
Al l’estrella precedent
Vengren ab vostre bitage
Offerint vos de gradatge
Aur et mirre et encenç.

Verge: estant dolorosa
Per la mort del Fill molt car
Romangués tota joyosa
Can lo vis resuscitar
A vos, mare piadosa,
Primer se volch demostrar.

Verge: lo quint alegrage
Que’n agues del Fill molt car
Estant al Munt d’Olivatge
Ai cell l’on vehes puyar
On haurem tots alegratge
Si per nos vos plau pregar.

Verge: quan foren complitz
Lot dies de Pentacosta,
Ab vos eren aunits
Lot apôstols et decosta,
Sobre tots, sens nuylla costa,
Devalla l’Espirit Sant.

Verge: ‘l derrer alegratge
Que’n agues on quest mon,
Vostre Fill ab gran courage
Vos muntâ al cel pregon,
On sots cota temps coronada,
Regina perpetual.

Tots donques nos esforcem
en questa present vida
que peccats foragitem
de nostr'anima mequina.
e vos dolce Verge pia
vuyllats nos ho empetrar.

Ave Maria, gracia plena,
Dominus tecum, Virgo serena

Ave Maria piena di grazia,
il Signore è con Te, Vergine serena.

I sette gradini contiamo
e devotamente saliamo
per salutare umilmente
la dolce vergine Maria.

Ave Maria piena di grazia,
il Signore è con Te, Vergine serena.

Vergine: fonte immacolata del parto
pura e senza macchia d'origine
senza corruzione al manto
nel parto e prima del parto
te, da cui è nato in corpo e sangue
il figlio di Dio, Vergine esangue.

Vergine: tre re d'Oriente
cavalcarono con grande ardire
a stella in cielo posero mente
davanti alla capanna del Suo venire
e ti offrirono liberamente
oro, incenso e mirra.

Vergine: stavi dolorosa
a contemplare la morte del Figlio sì caro
e tanto ti facesti gioiosa
quando lo vedesti infine resuscitare
ed a te, madre pietosa,
si volle Egli per prima mostrare.

Vergine: la quinta gioia
che avesti dal Figlio a te sì caro
fu sul Monte degli Olivi
su cui lo vedesti pregare
e noi molto ci rallegreremo
se volessi per noi implorare.

Vergine: quando furono compiuti
i giorni di Pentecoste
a te si unirono, muti,
gli apostoli, e sulla vostra anima si levarono
senza fine, dello Spirito Santo i tributi.

Vergine: l'ultima gioia
che avesti in questo mondo
dal gran coraggio di tuo Figlio santo
fu la preghiera che tu ascendessi del cielo in gloria
e fosse per sempre incoronato il tuo manto,
regina eterna.

Te dunque imploriamo senza posa
perché in questa nostra vita
mondi dai peccati la meschinità
dell'anima nostra, che mai riposa.
E possa tu, dolce Vergine e pia,
questo desiderio voler esaudire.

Ave Maria piena di grazia,
il Signore è con Te, Vergine serena.

Danza a ball redon, Anonimo
Source: ms. “Llibre Vermell de Montserrat” - Monestir de Montserrat, Barcellona. sec. XIV
Text: vulgar cathallan/latin
Instrument: guinterna